PreghieraGiustiziaSociale.doc (per fare dei cambiamenti nel documento, usate la versione Word)

PreghieraGiustiziaSociale.pdf (per usare/stampare il documento senza cambiamenti, servitevi della versione pdf)

Care sorelle e cari fratelli in Cristo:

Il 20 Febbraio 2010 sarà una data importante per tutti quelli che appartengono globalmente a questa nostra area, ma risulta significativo in modo speciale per tutti quelli di noi che sono chiamati ad impegnarsi per la giustizia e la pace, sull’invito espresso dell’Annuncio portato da Gesù di Nazaret.
La Giornata Mondiale della Giustizia Sociale sarà celebrata per la prima volta dopo la sua approvazione all’unanimità da parte dei 192 Stati membri delle Nazioni Unite, nell’Assemblea Generale tenutasi nel novembre 2007.

T’invitiamo caldamente a voler far tua la preghiera che noi qui alleghiamo, e di attuarla con i membri del tuo gruppo di lavoro o con la tua comunità. La preghiera è stata preparata dalla Commissione “Giustizia, Pace e Integrità del Creato” dell’USG e dell’UISG (Unioni rispettivamente dei Superiori e delle Superiore Generali) residenti a Roma. La Commissione persegue un sogno: che tutte le persone consacrate, uomini e donne, in tutto il mondo, sappiano che questa Giornata esiste, e che perciò si uniscano ad altri fratelli e sorelle per pregare, in una comune invocazione, per la Pace e la Giustizia.

Questa preghiera si ispira ai principi della Dottrina Sociale della Chiesa Cattolica. Il testo è aperto, in modo che sia possibile adattarlo alle diverse realtà e culture: arte, canti e altro. Il momento dell’attuazione può essere scelto nel modo più confacente alle singole comunità, monasteri, conventi, eccetera, sempre però nella giornata del 20 febbraio 2009.

Vi esortiamo a promuovere questa preghiera nelle parrocchie, nelle scuole, negli istituti, nelle università, e in altri ambienti in cui si viva comunitariamente la missione apostolica. Inviate il testo anche a queste persone o invitatele a pregare con voi.

Anche noi ci sentiamo urgere dentro la necessità di contribuire in modo netto e deciso alla causa della giustizia e della pace, e di esigere dai nostri governi un’assunzione di responsabilità in tutta la loro attività internazionale.

Riguardo alla necessità di un forte coinvolgimento è importante ricordare che, nell’istituire la Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, l’Assemblea ha riconosciuto “la necessità di consolidare gli sforzi della comunità internazionale per lo sradicamento della povertà, per l’incremento della piena occupazione e della dignità del lavoro, per le pari opportunità e l’accesso al benessere e alla giustizia per tutti gli uomini e per tutte le donne”.

A proposito dell’importanza di esigere che i nostri governi assumano la responsabilità di mirare alla realizzazione di “una società per tutti”, come viene stabilito nella Risoluzione con cui si istituisce la Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, vogliamo ricordare che i governi stessi si sono impegnati a dar vita ad un piano d’azione per la promozione della giustizia sociale a livello nazionale, regionale e internazionale. Hanno pure promesso di promuovere una maggior equità nelle retribuzioni e nell’accesso alle risorse e alle opportunità tra persona e persona, e tra uomini e donne.
Che cosa ha fatto il governo del tuo Paese per attuare questo impegno?
Si celebra nel tuo Paese, a livello nazionale, la Giornata Mondiale della Giustizia Sociale?

Nel corso di tutto questo anno, e specialmente in occasione della Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, vogliamo rispondere con azioni, idee creative, e concrete aperture di speranza. Edward Schillebeeckx ha detto: “Ciò che tu sogni da solo, rimane soltanto un sogno; ciò che invece sogni con gli altri potrà diventare realtà”. Facciamo il possibile, con la preghiera e l’impegno attivo, che in questo anno 2009 i nostri sogni per un mondo più giusto si trasformino in realtà.

Vi salutiamo e invochiamo su tutti voi la pace del Signore nostro Dio.

Commissione “Giustizia, Pace e integrità del Creato”
Segretariato USG/UISG